Al posto mio

Chiesa Cristiana Evangelica AB Dragona

Marcello

Ho iniziato a dare un volto reale a Dio alla fine dei miei studi di filosofia al liceo, quando sentii l’esigenza di colmare quel tipico vuoto che un non credente ha. Sentivo, infatti, che esisteva un qualche Dio, ma evidentemente ancora non sapevo chi fosse. Incominciai quindi a delinearne i caratteri attraverso lo studio delle religioni. Iniziando dalla cristiana, escludendo a priori la Cattolica perché mi sembrava troppo artefatta, mi proiettai negli ambienti protestanti. In quel tempo il Signore mi mise intorno dei credenti di Dragona che m’invitarono a delle serate evangelistiche (Marzo 1989). Accettando ben volentieri, feci una serie di studi ‘da principiante’. Mi si aprì un mondo nuovo, fino all’ora sconosciuto. Suscitai subito la curiosità dei miei famigliari, in modo particolare mio padre attribuì questa mia nuova ricerca ad una delle tante atipiche coltivate nel corso del liceo. Stavo percorrendo una scoperta del Dio della Bibbia in un modo reale in quanto nel frequentare i membri della comunità di Dragona scoprivo la coerenza nell’applicare i precetti biblici in modo pratico. Fu solo nell’agosto di quell’anno che, in un campo per giovani all’Ibeisola del Gran Sasso, accettai il Signore Gesù come personale salvatore con il versetto di Apocalisse 3:20

(“Ecco io sto alla porta e picchio, se qualcuno ascolta la mia voce ed apre la porta io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con me”).

Il ritorno a casa dopo quell’esperienza che mi aveva cambiato ed entusiasmato è stato non poco contrastato da mio padre che mi aspettava al varco, ancora più irritato dopo avermi visto più convinto della mia decisione di seguire Cristo. Da allora i contrasti si sono sempre tenuti costanti da parte dei miei non condividendo le mie scelte. Dopo il mio matrimonio, la salute di mio padre si aggravò fino alla morte avvenuta dopo qualche mese.
Non ho avuto mai sentore che mio padre avesse cambiato le proprie convinzioni sulla (mia) fede.
Nel corso degli anni successivi, fatti di alti e bassi, dopo la nascita dei miei due figli e la morte di mia madre, ho sempre cercato il volto del Signore, fino a quando alla soglia dei quaranta anni, ho visto che per me era importante che approfondissi la mia conoscenza biblica in modo “più accademico”; ed è così che il Signore ha risposto a questa mia esigenza offrendomi l’opportunità di frequentare i corsi di scuola biblica per corrispondenza.
A più di venti anni dalla mia conversione ho trovato una grande benedizione affrontando questi studi in modo così profondo, e la mia preghiera è quella di continuare per questa via con l’obiettivo di servire il Signore sempre di più per il resto della mia vita.

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2022 Al posto mio

Theme by Anders Norén